HOME
COPPA DELLE FIERE 1961

AS ROMA
Coppa delle Fiere 1961

Condividi

COPPA DELLE FIERE 1961
HOME
BACK LA STORIA GIALLOROSSA HOME
COPPA DELLE FIERE l'antenata della Coppa UEFA e della Europa League

VOLENDO PUNTUALIZZARE...
In risposta ai molti (troppi) che non ricordano, oppure fingono di non ricordare, a quelli che a distanza di anni mistificano con le loro parole o i loro scritti, quella che invece è una realtà oggettiva, inconfutabile e soprattutto certificata dall'UEFA, da queste pagine ci limitiamo a ribadire ai rosiconi-soloni-millantatori-denigratori di cui sopra, quello che compare in quelle del sito ufficiale e cioè che:"...La vecchia Coppa delle Fiere ricade sotto il pieno controllo della UEFA ed è ribattezzata Coppa UEFA nel 1971..."

Non una coppa tra scapoli e ammogliati, come qualcuno si ostina a considerarla, non un trofeo di scarsa importanza quindi, ma quella che negli anni successivi si chiamerà prima Coppa UEFA e poi Europa League. Negli annali la Coppa delle Fiere può essere considerata importante almeno quanto le due che le succederanno e la Roma, a pieno diritto, annoverata tra le squadre italiane vincitrici di trofei europei.

Ci corre l'obbligo, in proposito, di fornire una ricostruzione storica di questa competizione europea.
Il nome ufficiale fu "Coppa Internazionale delle città di fiere industriali" (Inter-Cities Fairs Cup) e venne fondata il 18 aprile 1955, un anno dopo la fondazione dell'UEFA (15 giugno 1954).
Fu lo svizzero Ernst B. Thommen, vicepresidente della FIFA, a dare seguito ad un suo progetto elaborato qualche anno prima. In un contesto storico come quello del "piano Marshall" (il piano di aiuti dagli USA ai paesi europei che ebbe termine nella primavera 1951), che prevedeva l'allestimento di fiere campionarie in varie città europee, inserire una competizione riservata alle città ospitanti poteva essere un'idea vincente. Il progetto di Thommen prevedeva un torneo ad inviti per selezioni miste dei club delle città scelte, per ricavare gli utili necessari al rilancio economico delle città stesse, viste le grandi difficoltà del dopoguerra.
L'idea fu realizzata con qualche anno di ritardo, con l'aiuto di Stanley Rous, all'epoca segretario della FIFA (Fédération Internationale de Football Association) di cui diverrà Presidente e dell'italiano Ottorino Barassi, all'epoca vicepresidente FIGC. La formula della Coppa delle Fiere, così concepita, riuscì a partire anche se solo in alcuni casi (Londra e Zagabria) si presentarono le selezioni cittadine. La rivalità fra compagini della stessa città fu molto spesso un ostacolo insormontabile, tanto che parteciparono soprattutto i singoli club. Per l'Italia ad esempio, col Milan impegnato in Coppa dei Campioni, partecipò l'Inter; con la Lazie impegnata più in serie B che in serie A, l'organizzazione invitò la Roma. Tanto per la cronaca, infatti, la Lazio in quella stagione totalizzò 18 punti, retrocedendo nella serie inferiore. Il torneo continentale era di fatto organizzato dalla FIFA (il cui presidente Stanley Rous consegnò la coppa 1961 a Capitan Losi), l'organismo mondiale che dal 1904 si occupa di tutte le manifestazioni intercontinentali, quindi superiore per importanza all'UEFA stessa (tra l'altro costituita da poco) e non proprio quell'organizzazione baubau-miciomicio che qualcuno ci vorrebbe far credere...

coppa delle fiere
La Coppa delle Fiere      
Stanley Rous premia il capitano della Roma Losi
Stanley Rous (presidente FIFA) premia il capitano della Roma Giacomo Losi
Losi col Presidente AS Roma Anacleto Gianni
Losi col Presidente Anacleto Gianni
 

Sempre dalle pagine del sito UEFA troviamo molto interessante il passaggio: "...La Coppa dei Campioni, la principale competizione europea per squadre di club, che vedeva come protagoniste le formazioni vincitrici dei rispettivi campionati nazionali, nacque nel 1955. La Coppa delle Fiere (antesignana della Coppa UEFA e, dal 2009, della UEFA Europa League) venne ideata il mese successivo...".
La partecipazione alla coppa, come già detto, era riservata a squadre di città sedi di fiere, ognuna delle quali poteva essere rappresentata solo da una formazione. Il progetto originario prevedeva che la competizione avesse carattere triennale, ma già dalla sua seconda edizione si volle ridurne la durata a due anni, per poi farla diventare annuale. Dalla terza edizione, quella alla quale partecipò la Roma, la competizione divenne appunto annuale ed ebbe un carattere sostanzialmente diverso dalle prime due, assumendo una struttura del tutto simile a quella della Coppa dei Campioni e della Coppa delle Coppe. Parteciparono in tutto 16 squadre. Tra tutte, per l'Italia furono invitate Roma e Inter, per la Spagna il Barcellona, per l'Inghilterra il Birmingham, per la Germania il Colonia, per l'Ungheria l'Ujpest, per la Francia il Lione, per la Scozia l'Hibernian. Diverse le compagini di rilievo quindi e non proprio una competizione fra scarsi...

Dopo il doveroso preambolo, dedicato soprattutto a chi, dal basso della sua pochezza storica tenta di screditare i successi giallorossi, ecco il resoconto del cammino vittorioso della Roma nella competizione europea.
Nella prima edizione della Coppa con durata annuale, che iniziò il 4 ottobre 1960 e terminò l’11 ottobre dell’anno successivo, a rappresentare l'Italia vengono chiamate l'Inter e la Roma (...non la lazie), la quale alla sua prima partecipazione si aggiudica il prestigioso trofeo continentale.

COPPA DELLE FIERE 1960-1961

La competizione europea si svolgeva nell’arco dell'intero anno solare. La Roma terminò quindi a giugno il campionato 1960/61 al quinto posto, dopo aver disputato gli incontri di semifinale contro gli scozzesi dell'Hibernians.
La doppia finale contro il Birmingham di conseguenza, la Roma la giocherà nella stagione successiva. L'andata, a cavallo tra la sesta (24 settembre: Roma-Catania 4-0) e la settima giornata (1 ottobre: L.R.Vicenza-Roma 0-1) del campionato; il ritorno tra la nona (8 ottobre: Roma-Venezia 1-0) e la decima giornata (22 ottobre: Milan-Roma 3-1).

Stagione 1960-1961

Allenatore:
Foni

Portieri:
Fabio Cudicini
Luciano Panetti

Difensori:
Giulio Corsini
Alfio Fontana
Giacomo Losi
Antonio Marcellini
Leopoldo Raimondi
Giosuè Stucchi

Centrocampisti:
Giancarlo De Sisti
Egidio Guarnacci
Luigi Giuliano
Franco Marmiroli
Alberto Orlando
Paolo Pestrin
Juan Alberto Schiaffino
Maurizio Thermes

Attaccanti:
Alcides Edgardo Ghiggia
Francisco Ramón Lojacono
Pedro Waldemar Manfredini
Giampaolo Menichelli
Arne Bernt Selmosson

Stagione 1961-1962

Allenatore:
Carniglia

Portieri:
Fabio Cudicini
Giannantonio La Bella
Enzo Matteucci

Difensori:
Sergio Carpanesi
Giulio Corsini
Alfio Fontana
Giacomo Losi
Leopoldo Raimondi

Centrocampisti:
Bruno Abbatini
Michele Chirico
Giancarlo De Sisti
Egidio Guarnacci
Luigi Giuliano
Torbjorn Jonsson
Alberto Orlando
Paolo Pestrin
Juan Alberto Schiaffino

Attaccanti:
Antonio Valentin Angelillo
Dino Da Costa
Francisco Ramón Lojacono
Pedro Waldemar Manfredini
Giampaolo Menichelli

AS Roma stagione 1960-61: Presidente Anacleto Gianni e allenatore Alfredo Foni.
Dal mercato arrivano: Fontana 28 anni dal Milan, Raimondi 22 anni dall'Alessandria, Menichelli 22 anni dal Parma, Lojacono argentino 25 anni, dalla Fiorentina e Schiaffino uruguaiano 35 anni, dal Milan.

AS Roma stagione 1961-62: Il presidente decide di cambiare la guida tecnica: Foni venne sostituito dall’argentino Luis Carniglia ex attaccante del Boca Juniors, acquista poi tra gli altri, Carpanesi 25 anni dalla Spal, Da Costa 30 anni di ritorno dalla Fiorentina e Angelillo 24 anni dall'Inter. Una Roma rinforzata, quella che andò a Birmingham per la finale di andata, il 27 settembre 1961.

11 ottobre 1961 - AS Roma la formazione che vince la Coppa delle Fiere
11 ottobre 1961: la formazione vincitrice
In piedi: Angelillo, Pestrin, Orlando, Cudicini, Fontana , Carpanesi
Accosciati: Lojacono, Losi (Capitano), Corsini, Manfredini, Menichelli

 

 

Il cammino della Roma

OTTAVI:
Il cammino vincente della Roma inizia con un pareggio a reti inviolate il 4 ottobre 1960 a Bruxelles contro i belgi dell’Union St. Gilloise.
Nel ritorno a Roma, il 1° novembre 1960, i giallorossi si impongono nettamente per 4-1 grazie alle reti di Lojacono, Giuliano, Manfredini e Menichelli.

QUARTI:
Andata in Germania, avversaria il Colonia, reduce dall'aver eliminato il Lione. Vince la Roma per 2-0 con rete di Manfredini e autogol di Stollenwerk.
Nel ritorno all’Olimpico la Roma subisce la rimonta dei tedeschi che pareggiano i conti vincendo anch'essi per 2-0.
La "bella" ancora all'Olimpico, il 1 marzo del 1961, vede la Roma trionfare ancora per 4-1, con Manfredini (due gol), Lojacono e Pestrin.

SEMIFINALE:
Andata ad Edimburgo, avversari gli scozzesi dell’Hibernians, che hanno eliminato il Barcellona. Il risultato è un 2-2 con doppietta di Lojacono.
Al ritorno ancora un pari, stavolta per 3-3 con due gol di Manfredini e uno di Lojacono.
Nello spareggio all’Olimpico (27 maggio 1961) la Roma stravince 6-0 con quattro gol di Manfredini, uno di Menichelli e uno di Selmosson.

FINALE:
Avversaria il Birmingham City, giustiziere dell'Inter in semifinale.
Andata, 27 settembre 1961, a Birmingham, St. Andrews Stadium. Birmingham City-Roma 2-2 con doppietta di Manfredini e gol di Hellawell e Orritt.
La formazione: Cudicini, Fontana, Corsini, Guiliano, Losi, Carpanesi, Orlando, Da Costa, Manfredini, Angelillo, Menichelli.
Allenatore: Luis Carniglia
Ritorno, 11 ottobre 1961, a Roma, Stadio Olimpico, Roma–Birmingham City 2-0 (autorete di Farmer e gol di Pestrin).
La formazione: Cudicini, Fontana, Corsini, Pestrin, Losi, Carpanesi, Orlando, Lojacono, Manfredini, Angelillo, Menichelli.
Allenatore: Luis Carniglia

 

Roma, Stadio Olimpico, 11 ottobre 1961: la Roma conquista la Coppa delle Fiere.

Gli uomini in campo quel giorno
Coppa delle Fiere 1961 - AS Roma formazione vincitrice

In piedi: Angelillo, Pestrin, Orlando, Cudicini, Fontana , Carpanesi
Accosciati: Lojacono, Losi (Capitano), Corsini, Manfredini, Menichelli

Giro di campo con la coppa appena conquistata

CLICCA QUI per altre immagini della vittoria

Le fonti da cui sono tratte le notizie:
http://it.wikipedia.org/wiki/
http://it.uefa.com/
http://www.fifa.com/classicfootball/clubs/club=31083/